Consigli utili

Consigli utili

A quali valori devo regolare la temperatura in ambiente

Le normative di legge impongono la regolazione degli impianti termici alla temperatura massima di 20°C. Abbinando un cronotermostato alla caldaia è possibile programmare quando l’impianto deve essere in funzione o meno e controllare la temperatura (ogni grado equivale ad un aumento dei consumi e delle spese).

Al fine di controllare e gestire al meglio i consumi, ti consigliamo i seguenti accorgimenti:

  • di notte imposta la temperatura ridotta, inferiore alla temperatura del giorno;
  • effettua la manutenzione periodica per usufruire di un impianto efficiente, rivolgiti ai nostri installatori per regolare e bilanciare il tuo impianto di riscaldamento (scegli di riscaldare meno le stanze che non usi, sfrutta l’apporto del calore solare delle stanze rivolte a sud, ottimizzando al meglio i consumi);
  • inserisci guarnizioni adeguate su finestre e porte al fine di ridurre gli spifferi e le dispersioni;
  • evita di mettere divani o tende a adiacenti ai termosifoni, in modo che il calore si propaghi negli ambienti;
  • posiziona correttamente il cronotermostato, evita quindi di installarlo sopra un termosifone o in prossimità di correnti d’aria.

A quale temperatura regolare l’acqua calda sanitaria
con caldaia con accumulo (bollitore)

48 °C è la temperatura massima prevista dalle norme di legge per l’acqua calda ad usi igienici e sanitari in presenza di un accumulo a servizio di più utenze.
Si consiglia di non superare questa temperatura per l’acqua di un accumulo (bollitore) per le seguenti motivazioni:

  • maggiore è la temperatura dell’acqua maggiori sono i consumi della caldaia;
  • l’acqua mantenuta ad una temperatura al di sopra dei 45-50 °C, manifesta il fenomeno della precipitazione del calcare e di conseguenza diminuisce l’efficienza della caldaia, necessitando un precoce lavaggio dell’accumulo (i bollitori in acciaio Inox di Immergas possono essere sottoposti anche ad una pulizia chimica); nelle zone con acqua “dura”, con elevata quantità di sali, si consiglia di ricorrere al trattamento dell’acqua sanitaria con l’impiego di un dosatore di polifosfati (cosa prevista dalla legge con la sostituzione della caldaia, come da D.P.R. 59/09);
  • l’installazione di Comando remoto, come consiglia anche Immergas: ” permette di regolare la temperatura dell’acqua calda sanitaria contenuta in un accumulo su due livelli distinti (temperatura sanitaria comfort e ridotta), stabilendo l’ora di attivazione e quella di disattivazione della temperatura “comfort sanitario”. In questo modo è possibile avere l’acqua calda solo nei momenti di effettiva necessità“.

Perché è utile pulire l’impianto

L’installazione di una nuova caldaia, soprattutto se in sostituzione di un generatore esistente, prevede una pulizia dell’impianto termico ed il trattamento dell’acqua, in conformità con le disposizioni legislative in vigore, ma anche per ottimizzare il rendimento di tutto l’impianto.

Quali regole osservare quando si lascia l’abitazione per periodi prolungati?

Se nel periodo invernale ti assenti da casa per un lungo periodo, non togliere la corrente e non chiudere il gas, la funzione antigelo della caldaia evita il blocco. E’ possibile inoltre impiegare liquidi anticongelanti a protezione anche di termosifoni e tubature.

Conserva sempre la documentazione della caldaia

Dichiarazione di conformità, il Libretto istruzioni, il Libretto d’impianto e la Garanzia Convenzionale sono documenti importanti, assolutamente da conservare con cura.

Tecno Impianti di Jesolo (Venezia) è a completa disposizione per fornirti maggiori informazioni, per rispondere alla tue richieste, quindi, per qualsiasi dubbio, contattaci. Ti consigliamo inoltre gli approfondimenti che trovi cliccando qui.

Copyright 2014 Tecno Impianti di Semenzato Claudio & C snc - P.IVA 02187190273 - amministrazione@tecno-impiantisnc.191.it
via C. Colombo II Ramo, 2 - Jesolo VE - Tel. 0421350559 - Fax: 0421 369910
powered by
Chiamaci ora